Fondamentalmente noia… #Rio2016

facce

RIO 2016 – MASSANHO 2016
I Giochi Olimpici raccontati da 9.300 km di distanza

ULTIMO GIORNO (21 agosto 2016)

Magari non sono vere le foto qui sopra, ma un senso c’è. Io ci ho provato, ad appassionarmi a questi Giochi Olimpici. A scriverne, a guardarli, a cercare il bello in sport minori. Ma in realtà non ci sono riuscito. Perchè le qualificazioni della canoa, della boxe femminile, del badminton… ma anche le finali della piattaforma da 10 metri o dello skeet… Non mi appassionano. Con tutto il rispetto per chi li pratica e fatica per i risultati, io di queste discipline non riesco a innamorarmene. E non perchè non meritino: è la visione a distanza, l’effetto tv che appiattisce tutto. Avessi il fisico li proverei tutti gli sport (no, la lotta, la boxe, il judo no… perdo a prescindere): è la fatica di guardarli a grandissima distanza che -l’ho capito- mi inquina il piacere, manco fosse la Baia di Guanabara.

Anche il calcio (che per me con i Giochi non c’entra nulla… ma anche il basket, la pallavolo…) alla fine lo hanno vinto, e soffrendo, i brasiliani padroni di casa. Ai rigori (vale comunque) e faticando l’impensabile: ma la madaglia è medaglia. Ho amici che mi hanno scritto “abbiamo vinto tutto. la storia siamo noi”. Basta crederci: anche gli interisti hanno vinto sul campo lo scudetto del 2006, del resto. E’ un semplice caso di percezione. Come il successo di pubblico “in loco” di Rio 2016: c’è chi lo sbandiera come un grande risultato, c’è chi (seguite il link) mette i puntini sulle “i”.

E comunque, parlando di sport che ci sono o non ci sono nel programma, visto hanno spazio il tennis, il golf, basket, calcio, volley, rugby a 7… perchè non Formula 1, MotoGP, cricket, trotto e galoppo…

Sfogo concluso, Giochi praticamente pure… la colonna sonora dell’ultimo giorno:

Annunci

Informazioni su alebertoz

Giornalista (dal 1986), animatore (dalla nascita), redattore (dal primo stipendio), socialnetworkista (nel bene e nel male), ex-baskettaro... Le opinioni espresse sono le mie, non quelle dell'azienda per cui lavoro. Nato in un bel giorno di ottobre, l'11, alle 15.20. Attualmente in buona forma (buona... si beh... più o meno...) comunque speriamo che duri.
Questa voce è stata pubblicata in cosemie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...