Rugby a 7… e altri sport

Rugby

RIO 2016 – MASSANHO 2016
I Giochi Olimpici raccontati da 9.300 km di distanza

GIORNO -1 (4 agosto 2016) testo bonus

Aspettando l’inaugurazione… Viste le novità annunciate dei nuovi sport per Tokyo 2020, prendo posizione su una questione fondamentale. Ne va del futuro olimpico! Basta con la semplificazione e la velocizzazione dell’Olimpiade. Una volta duravano 3 settimane, adesso sempre meno (non grave, però… significativo).

Già un appassionato di football americano guarda il rugby più o meno come quelli che giocano a “Pokemon Go” guardano le incisioni rupestri. Sapere che ai Giochi 2016 c’è il rugby ma a 7 giocatori, conto i 15 soliti fa un po’ sorridere. Anzi inorridire. Con tutto il rispetto per chi lo pratica… E’ un altro sport. E poi non c’è il terzo tempo, al massimo una leccata di ghiacciolo all’anice da consumare dopo le partite, e di corsa che servono campo e spogliatoi! Perché il breviario ufficiale (foto sopra) ci annuncia il rugby a 7 essere molto veloce come sport; che il pubblico di solito segue le partite mascherato, cosa che a Rio appaga lo spirito del carnevale. Che sia veloce non ci piove: per ogni partita c’è mezz’ora scarsa di tempo, e tutto il torneo si svolge in tre giorni. Una sveltina organizzata di gruppo, insomma. E ci credo che lo si va a vedere mascherati! Non so le regole, mai vista una partita. Magari è lo sport più bello del mondo. Vedremo…

Intanto ho delle proposte, già che ci siamo, per cambiare alcune delle altre discipline. Metti che il CIO abbia bisogno di idee:
– I 20 metri tuffo libero con un braccio solo e in apnea, tuffandosi da 10 metri;
– Il tennis-pong giocato sui tavoli del “ping” ma con l’erba di Wimbledon, la pallina leggera e la racchetta da badminton (unifichiamo 3 discipline in un colpo), dress-code tutto tranne bianco;
– La pallacanestro 1 vs 1 ma solo ai tiri liberi;
– Il golf a 9 buche di gruppo, dove tutti tirano contemporaneamente sullo stesso green, chi fa più centri prende bonus;
– Il taekwondo con katana a squadre (survival game);
– L’eptahlon moderno: si lega sul giavellotto (1) il peso (2), lo si lancia facendo il giro come col martello (3) e quando parte con lo stesso giavellotto si salta come fosse un’asta (4) sui materassi; si rimbalza con tre passi sulla pedana del triplo (4); si raccoglie al volo un disco (5) lo si mette dietro al numero di gara nell’apposita tasca; si marcia (6) verso i blocchi di partenza per i 110 ostacoli (7). Per ora il record del mondo è 1 minuto e 55, dedotte le penalità per punti di sutura, calli e rifornimento irregolare…
(lista parziale: magari me ne vengono altri)

 

 

La colonna sonora del giorno:

Advertisements

Informazioni su alebertoz

Giornalista (dal 1986), animatore (dalla nascita), redattore (dal primo stipendio), socialnetworkista (nel bene e nel male), ex-baskettaro... Le opinioni espresse sono le mie, non quelle dell'azienda per cui lavoro. Nato in un bel giorno di ottobre, l'11, alle 15.20. Attualmente in buona forma (buona... si beh... più o meno...) comunque speriamo che duri.
Questa voce è stata pubblicata in cosemie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...